Armati

Sono malatestiani, soldati agli ordini di Pandolfo III Malatesta. Si occupano di rievocazione, divulgazione e archeologia sperimentale, senza dimenticare la regola principale: divertirsi e far divertire! L'obiettivo del settore degli armati è quello di coinvolgere il pubblico che milita attorno ad un accampamento o assiste agli spettacoli, facendolo appassionare al Medioevo ed alla vita di una compagnia d’arme. Nato più di 30 anni fa, questo settore ha dato le fondamenta al gruppo storico, facendolo contraddistingue da sempre per l'allestimento di un serraglio medievale, nel quale si rievoca la giornata tipica di un soldato, con gli addestramenti, le ronde e la cucina. All'interno dell'accampamento è possibile trovare un'esposizione di armi e armature, l'angolo del cerusico, quello dell'armaiolo. Si organizzano incontri nei quali gli armati stessi spiegano come erano costruite armi e armature e i motivi per cui ogni pezzo era il miglior ritrovato della tecnica di allora. All'interno dell’accampamento viene allestito anche uno steccato, dove si impartiscono a bambini, ragazzi e adulti, lezioni di scherma. Inoltre, a chiunque voglia cimentarsi, si fa provare l'esperienza di combattere contro i cavalieri. Fanno parte del repertorio artistico e divulgativo: combattimenti tra due o più sodales, schermaglie di piazza, duelli, lotte itineranti e combattimenti in schiera, armati di picca.